mercoledì 11 maggio 2011

B2B: La bordatura e le varie forme dell'occhio

Buon pomeriggio, finalmente riprendo il lavoro lasciato a metà circa gli "appunti scolastici" del nostro make-up. Oggi si parla di bordatura e delle varie forme dell'occhio!

Cos'è la bordatura?

La bordatura è la linea che demarca l'occhio sia sotto che sopra e può essere realizzata con differenti tecniche, tra cui:

-con la matita;
-con la polvere bagnata
;

e in differenti colori, ma tanto per citare i classici parleremo solo di marrone e nero.



Il colore della bordatura viene scelto in base ai colori della persona, ovvero considerando la pelle, i capelli, le sopracciglia e gli occhi. Ad esempio sulle pelli molto chiare, con capelli e occhi chiari si userà preferibilmente il marrone. Ovviamente mi riferisco al trucco correttivo, ma nulla ci vieta di osare nè di variare (vogliamo parlare del mio amore per il rosso?).

La bordatura classica per occhio regolare è quella intera sopra e fino a metà sotto: con un pennellino da eyeliner si traccia una linea tra le ciglia superiori e inferiori, e poi, ad occhio aperto, si tracciano due millimetri verso l'esterno in allungamento a partire dalla fine dell'occhio. Cosa significa "occhio regolare"? Vuol dire che tra gli occhi c'è una giusta distanza (non sono nè distanziati nè ravvicinati) e che si ha una buona visione sia della palpebra mobile che di quella fissa.

Analizziamo ora che cosa dobbiamo fare quando l'occhio non è regolare, ovvero nella maggior parte dei casi.

Occhio incavato: la palpebra mobile rimane più interna rispetto alla fissa (guardate Julia Roberts, in particolare nelle immagini della campagna Lancôme Teint miracle, dove si nota particolarmente l'incavo)
Cosa si fa? La bordatura sarà classica, ma più sottile.

Occhio totalmente infossato: come quello delle donne orientali, ovvero non si vede la palpebra mobile perché quella fissa la ricopre totalmente.
Cosa si fa? La bordatura sarà classica, ma più spessa sopra.

Occhio parzialmente infossato: il caso più frequente, ovvero quando la palpebra mobile sporge di più rispetto alla fissa. I miei occhi, tanto per capirci, visto che su internet non trovo immagini chiarificatrici con facilità, fa parte di questa categoria.
Cosa si fa? Anche qui si fa una bordatura classica, ma più spessa.

Occhio cadente: i due estremi dell'occhio non si trovano in asse orizzontale, ma l'angolo esterno è più in basso rispetto a quello interno.
Cosa si fa? La bordatura va fatta solo sopra, ma i due millimetri, anzichè farli in allungamento verso l'esterno, li faremo obliqui verso l'alto. Vi ricordo di non puntare verso il soffitto! Usate il buon senso :D

Occhio piccolo: la descrizione è superflua, così come per l'occhio grande.
Cosa si fa? La bordatura si farà solo sopra, o, a richiesta/scelta, sia sopra che sotto ma con una matita chiara all'interno.

Occhio grande: anche qui, superflua la descrizione.
Cosa si fa? La bordatura si fa sopra, sotto e si usa anche un kajal nero all'interno.

Occhio ravvicinato: quando c'è poca distanza tra i due occhi.
Cosa si fa? Si preferisce una bordatura che parta da metà occhio verso l'esterno.

Occhio distanziato: quando i due occhi sono particolarmente distanziati.
Cosa si fa? La bordatura è quella classica intera, sia sopra che sotto.

Ovviamente ognuno è un caso a sè. Cosa succede ad esempio se mi trovo davanti ad occhi incavati, ma distanziati? La soluzione può essere quella di creare una linea sì sottile, come preferibile per gli occhi incavati, ma intera sotto, come richiedono gli occhi distanziati. Anche qui, tanto fa il buon senso e il non rimanere intrappolati nelle cosiddette regole, ma del mio punto di vista su questo ho già parlato :)
Con la bordatura avremo rimarcato l'occhio, ma niente ci vieta di completare l'opera con l'eyeliner, che senza dubbio, sia in gel che liquido, darà un effetto più lucido rispetto alla matita o alla polvere bagnata.

E ora passo la parola alle vostre opinioni: voi usate la bordatura o passate direttamente all'eyeliner (come la sottoscritta su se stessa)? Con quali prodotti vi trovate meglio?

Baci profumati!