mercoledì 30 gennaio 2013

BareMinerals, fondotinta in polvere versione Original: review


Quando l'estate scorsa comprai questo fondotinta minerale in polvere ero molto scettica. Volevo provare un prodotto in polvere perché per me era una novità. Pensavo si sarebbe rivelato una delusione, nonostante le infinite recensioni positive. Ho la pelle tendenzialmente secca (non secchissima come un tempo, però) e ad un certo punto mi sono detta "o in estate, o mai più; di sicuro non potrò usarlo quando farà freddo". 

Quando fuori fa così caldo da dover girare con la borsa frigo piena di ghiaccio l'ultima cosa che voglio è sentire il fondotinta sul viso. Quindi mi sono convinta ad evitare prodotti liquidi/cremosi e ho comprato il fondotinta in polvere libera di bareMinerals, versione Original nel colore Light, che è perfetto per la mia carnagione. Come riferimento, anche se forse lo sapete già, sono NC25 nel Pro Longwear di Mac.

Scheda tecnica
bareMinerals fondotinta in polvere con spf15, versione Original

Colorazione: Light
Quantità: 8gr
Prezzo: 26,50€ da Sephora
PAO: 12M
Inci: MICA, BYSMUTH OXYCHLORIDE, ZINC OXIDE, TITANIUM DIOXIDE, IRON OXIDES.

L'applicazione
Io lo applico con un pennello sintetico dalla forma arrotondata e molto denso, solitamente il numero 45 di Sephora. Questa è l'applicazione che preferisco, ma nulla vi vieta di utilizzare pennelli di forme e setole diverse, in base alla vostra preferenza. Questo pennello, essendo molto denso, si preferisce per ottenere una coprenza più alta.

Il prodotto
Il fondotinta in polvere di bareMinerals dà un effetto naturale e luminoso pur garantendo una media coprenza con qualche strato di prodotto in più, perché modulabile. Il primo strato sarà poco coprente e via via sempre di più aggiungendo prodotto. Io lo prelevo ruotando il pennello all'interno del tappo, picchietto via l'eccesso e applico sul viso con movimenti rotatori che scaldano il fondotinta rendendolo quasi cremoso. Da notare che il tappo ha una dimensione ottimale e non microscopica come altri prodotti in polvere; la cipria HD di MUFE, per esempio, trovo abbia un tappo minuscolo rispetto a ciò che serve ad un normale pennello da cipria per ruotare bene e quindi prelevare in modo adeguato la polvere. La jar, grazie ad un movimento rotatorio, si apre e si chiude rendendola particolarmente comoda e per evitare il più possibile sprechi di prodotto. Anche qui, i paragoni con la cipria HD di MUFE, che svolazza ovunque, si sprecano (non mi piace, s'è capito? :D ). Il range di fondotinta bareMinerals comprende anche una versione opaca, che non ho provato, e una versione compatta della linea Ready, al momento disponibile solo su Qvc (ora esaurito, ma verrà riassortito).

Ma ora veniamo al dunque: come mi sono trovata con questo fondotinta?
Non bene, di più.

Ripeto: ero scettica, molto scettica. Principalmente per via della mia pelle secca. Si sa, polvere e pelle secca più applicazione con rotazione non vanno d'accordo. In secondo luogo perché pensavo "quanto mai potrà coprire un fondotinta in polvere?". Ho iniziato ad utilizzarlo in estate e non l'ho più lasciato fino a Ottobre. Mi piace il fatto che copra ma che risulti leggero sia alla vista che come sensazione sulla pelle. In sostanza sembra di non averlo, da quanto è confortevole. Se ricordate la mia review sulla Skin Tint di Liz Earle sapete già quanto io odi sentire il viso appiccicoso; d'estate poi, non parliamone proprio. Già mi aveva conquistata per il fatto di non sentirlo addosso, quindi. 

Poi, circa un mesetto fa, ho deciso di usarlo e provare a vedere il risultato con un clima freddo. E va benissimo. Non mi ha seccato ulteriormente la pelle, assolutamente. Non ha nemmeno evidenziato zone particolarmente secche del viso (nel mio caso il naso!). Questo mi ha dato la mazzata definitiva. Certo, se coprisse totalmente le piccole macchiette rosse che tendo ad avere praticamente sempre sulla guancia destra (sinistra mai, cose assurde) allora potrei smettere di comprare fondi per il resto dei miei giorni perché tornerei sempre da lui. Invece la mia è una ricerca costante. Detto ciò, penso che questo fondotinta sia quello che più si avvicina alla perfezione per me. Luminoso e mediamente coprente ma non pesante, regge bene anche in estate senza incipriarlo (immagino che pelli miste e grasse dovranno adattare questo punto alle esigenze del caso), non mi dà problemi di allergie nè sfoghi, ma so che a qualcuno è successo, per questo consiglio sempre di chiedere un sample, quando possibile; fondendosi bene con la pelle ne basta poco, anche se si utilizzano più strati. Al momento non potrei chiedere di più. Il mix che compete col mio bareMinerals è quello formato dalla Skin Base di Illamasqua più la Skin Illusion di Clarins, ma non so se mi azzarderò ad usarle in estate; vi aggiornerò nel caso!

Promosso a pieni voti. Lo amo!
E voi? Avete un fondotinta che amate particolarmente? Avete provato questo?

A prestooo!