Visualizzazione post con etichetta collaborazioni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta collaborazioni. Mostra tutti i post

mercoledì 20 febbraio 2013

Flawless foundation sponge di Born Pretty Store

Vi ricordate il geisha eyeliner di cui vi ho parlato poco tempo fa? Ecco, quello era uno dei prodotti da me scelti su proposta di Born Pretty Store. Il secondo, invece, è questa spugnetta dal colore vagamente tiffanyano :D

Scheda tecnica:
Pro Bottle Gourd Sponge Flawless Foundation Beauty Makeup Powder Puff Blender (su BPS vanno di moda i nomi corti e di facile memorizzazione)
Dove si compra: proprio qui e se volete potete usare il codice LEL91 per un ulteriore 10% di sconto.
Quanto mi parte? 3.30$ (al cambio di oggi 2.50€) ma più ne comprate, più risparmiate.
Altro da dire? I colori disponibili sono: azzurro, rosa, nero, bianco ma che io sappia non si può scegliere. Proverei comunque inviando un'email prima di ordinarla, se volete un colore in particolare.


Faccio una premessa. Sul sito lo staff di Born Pretty Store ha il coraggio di scrivere: "if used daily, we recommend washing your sponge once a week with a mild cleanser". In pratica consigliano di lavarla (solo) una volta alla settimana se usata quotidianamente. Pardon? Date retta a zia Ila, anche se non c'è bisogno di dirlo, lavatela dopo ogni uso. I batteri non sono graditi.

Ma veniamo a noi. Sono una fan delle spugnette, lo dico subito, ma per un motivo o per un altro mi ritrovo più spesso ad usare i pennelli per stendere il fondotinta. In realtà, a seconda del tipo di pennello, usare una spugna dovrebbe essere per tutti indubbiamente più facile. Prendete il classico pennello sintetico a lingua di gatto; beh, per molti usarlo senza lasciare strisce di colore sul viso diventa problematico. Ovviamente ci sono degli accorgimenti per evitare che ciò accada, ma la spugna scongiura in partenza questo tipo di incoveniente proprio per come va utilizzata, cioè principalmente picchiettandola sul viso. Dico principalmente perché a ciò, di norma, si fa susseguire un movimento rotatorio che aiuta il prodotto a fondersi con la pelle ulteriormente. Strisce di colore: non pervenute. Naturalmente si può utilizzare anche per stendere correttori, illuminanti in crema, ma anche ciprie o fondi in polvere, sebbene per questo scopo io preferisca un kabuki o un pennello con setole molto dense.

Questa spugnetta è molto diversa dalle altre in commercio? (e qui mi riferisco alle spugnette bianche in schiuma di lattice che si trovano dappertutto)

In merito al risultato finale, per me no. Certo, questa è un po' più carina, se vogliamo considerare il fattore estetico. E costa poco. Al tatto è, curiosamente, più compatta rispetto alle mie aspettative. Prima che mi arrivasse credevo avrei toccato una spugnetta molto morbida, chissà cosa nella mia testa mi induceva a pensarlo, ma tant'è. Invece questa oppone una bella resistenza quando la stringo. Per me la parte migliore per stendere il fondotinta è la base (rotonda). Servendomi dell'estremità più a punta, invece, picchietto il prodotto intorno agli occhi e dovunque ci sia bisogno di una superficie di stesura più piccola, tipo i lati del naso. Il risultato è senza dubbio omogeneo, non ho chiazze di colore e riesco a sfumare bene il fondotinta col movimento rotatorio a cui accennavo poche righe fa. L'aspetto che non mi è piaciuto è che, anche lavandola dopo ogni uso, la spugnetta rimane sempre macchiata. Anzi, non è che non mi piace. Lo odio proprio. Non sopporto le macchie perché fa sembrare sporca la spugna quando in realtà non lo è. Ecco. Fine dello sfogo :D 

Comunque, ad oggi, regge ancora bene a tutti i lavaggi subiti, che saranno almeno una dozzina. Ovviamente la sua vita non sarà infinita ma per il lavoro svolto fino a qui si merita una promozione :-)
 
Voi come applicate il fondotinta o altri prodotti? Con spugnette, pennelli, mani o come capita? :-) 
A presto!
 

domenica 18 novembre 2012

Barocchiamo? Con Ila e Dani!

Vi ricordate il mio post intitolato Border make-up? Ebbene, oggi mi sono ispirata alla manicure creata da Dani su Piccolo Spazio Vitale. Lei, a sua volta, si è ispirata ad un'atmosfera, come dire, baroccheggiante :D 

Io ho creato un look molto semplice che riprende gli stessi colori. In aggiunta ho usato i Face Lace, che adoro ma che nelle immagini così ravvicinate forse non rendono molto perché si vede un po' l'adesivo tutto intorno, nonostante sia trasparente. Noterete la differenza con questo make-up che avevo realizzato su Mela in uno dei photoshoots per Photupshion, con luci serie (che io non ho) :D
Il make-up è semplicissimo: pigmento oro sulla palpebra mobile, picchiettato e bagnato. Eyeliner nero, matita oro nella rima interna e ciglia finte :D Certo, applicare i Face Lace non è simpaticissimo, anche Sam Chapman è di questo avviso :D

E ora tutte a vedere le unghiette di Dani!
(che, ovviamente, ringrazio per la fiducia e per la collaborazione :* )
E fatemi sapere i vostri pareri :)
Baci profumatiiii!


giovedì 15 novembre 2012

Be Chic Make up Collection 2012

Sono molto contenta di partecipare a questa campagna di Ebuzzing. Prima di tutto, come vi dicevo qui, mi piace molto il brand di cui parlerò: Be Chic ! E poi la campagna riguarda la creazione di un look Be Chic, che da poco ha lanciato la sua linea di make-up dedicato alla style lover . Perfetto! Mi calza a pennello: gli articoli che preferisco scrivere sono proprio quelli dove vi propongo un trucco occhi :)

Parentesi breve, ma doverosa: questo sarà anche il mio primo articolo sponsorizzato; credo che nel corso di questi tre anni e passa di blog abbiate capito come sono e i principi che ho. Anche se dubito ce ne sia bisogno, voglio sottolineare che il mio interesse sarà sempre quello di fornire informazioni veritiere sulla base della mia esperienza coi prodotti citati e che per nessuna azienda al mondo mi abbasserò a censurare la mia opinione. Mi e vi rispetto troppo.

Detto questo, let's go :)
Se avete iniziato i vostri giretti natalizi (ma non necessariamente) forse avete anche trovato in qualche negozio queste deliziose pochette di Be Chic, rosa con dettagli argentati.
 
Kit Smoky jewels

Kit Pelle di porcellana



























Il kit Smoky jewels nella variante Pink gold contiene un trio di ombretti (viola, dorato, marrone freddo medio), un gloss per le labbra e un mascara "Bon ton". Sugli ombretti dirò la mia nella parte dedicata al make-up, più giù. Il gloss non è eccessivamente appiccicoso e il colore, in apparenza scuro, sulle mie labbra già discretamente pigmentate risulta un rosa spento molto naturale. La durata è quella tipica dei gloss (almeno su di me), diciamo due orette massimo. Anche del mascara parlerò più giù :)

Kit Smoky Jewels (variante Pink Gold)














Il Kit pelle di porcellana nella variante Vanilla peach contiene una cipria compatta "Pelle di Porcellana", un blush in crema che può essere utilizzato anche sulle labbra e una matita eyeliner "Sguardo profondo". La cipria contenuta in questa variante va bene come colorazione per me che, per riferimento, sono NC25 nel Pro Longwear di Mac; volendo essere pignoli è leggermente più chiara, ma è piuttosto neutra in termini di sottotono e riguardo al colore credo che un NC15/20 potrebbe trovarla adatta. Il blush in crema è valido: si sfuma bene, non lascia chiazze di colore e, con sotto primer e fondo, è durato circa 6 ore prima di toglierlo. La matita mi è piaciuta tantissimo, ma sarò più dettagliata nella parte dedicata al look degli occhi.



Kit Pelle di porcellana (variante Vanilla Peach)
Kit Pelle di porcellana (variante Vanilla Peach)

































Ho avuto la possibilità di scegliere fra altri kit molto carini, ma come mai la mia scelta è ricaduta su questi, ed in particolare sui colori del kit Smoky jewels? Chevvelodicoaffà? C'è il viola, c'è l'oro... il marrone è un passepartout, quindi sono i toni che di gran lunga preferisco su di me.

Trio di ombretti del kit Smoky jewels variante Pink Gold















 Non sempre, ma spesso, mi piace abbinare il make-up a come sono vestita o se non è possibile allora cerco una "coerenza" almeno con altri elementi del mio outfit, che per quanto mi riguarda comprendono anche lo smalto. Mi diverte molto farlo, quella di far funzionare i colori tra loro è una mia piccola fissazione, e non è detto che io ci riesca tra l'altro, ma lo faccio anche con l'arredamento :D

Le pochette che ho ricevuto sono molto graziose. Solitamente, quando decido cosa indossare, scelgo anche gli accessori da abbinare e poi creo il mio make-up. Una dei miei capi preferiti è una camicia che ha dei piccoli dettagli brillanti lungo l'abbottonatura e ho pensato potessero andare d'accordo con quelli argento delle pochette :) come accessorio viola che riprende il make-up ho scelto una collana sottile con cuoricini viola. Sì, lo so, sono una bambinona mai cresciuta :D (vedere i miei anelli per credere, ne ho uno a forma di tazzina da té e uno a forma di balenottera...giuro...coff coff).















Ma passiamo al make-up. Per farlo ho utilizzato il trio di ombretti e il mascara del kit Smoky Jewels, la matita nera del kit Pelle di porcellana e la cipria come illuminante sempre dallo stesso kit. Ho applicato la matita nera su tutta la palpebra sfumandola verso l'alto (e non verso l'esterno, per mantenere una forma più arrotondata). Al di sopra ho applicato l'ombretto viola del trio, sfumato oltre la piega con il marroncino ed  infine, sopra, con l'oro chiaro. Ho mantenuto il colore più scuro alla base della ciglia per poi arrivare a quello più chiaro salendo. Ho utilizzato il mascara Be Chic, che ho trovato allungante ma non volumizzante. Non fa grumi ma è più sul lato liquido, per questo lo trovo adatto a chi vuole lunghezza e definizione delle ciglia, mentre non fa molta differenza in termini di volume. La matita è il prodotto che mi ha colpita di più perché è molto, molto morbida. Si sfuma benissimo senza asciugarsi in un nanosecondo, quindi si ha il tempo di lavorare la sfumatura senza il rischio di ottenere un risultato a chiazze. Io non ho grossi problemi di durata delle matite nella rima interna e anche di questa non posso che dire altrettanto, anche se non è waterproof. Gli ombretti da soli non scrivono molto e tendono a svanire, cosa che, come potete vedere dalle immagini, si risolve con una bella base scura sotto. A dispetto della pigmentazione trovo che si sfumino in modo facile e non li trovo polverosi.



















Infine gli ultimi due prodotti che ho potuto provare: il blush liquido e il primer viso. Il blush ricorda il famoso Benetint sia per consistenza che per colore e packaging. Questo tipo di texture richiede di sfumare in modo veloce il prodotto perché tende ad asciugarsi in fretta; il mio consiglio è di applicarne una puntina per volta e procedere a piccoli passi fino a costruire l'intensità di colore desiderata. Il primer fa quello che promette: agevola l'applicazione del fondo rendendo la pelle più liscia ed omogenea e consente una maggiore durata del make-up. Non lo sento particolarmente pesante sulla pelle e non mi viene voglia di toglierlo dopo poco, cosa che mi è successa in passato con altri prodotti.















Se c'è una cosa che mi piace di Be Chic è il fatto che sia made in Italy e il costo non eccessivo; le pochette, ad esempio, vanno dai 15 ai 20€ circa mentre i prodotti singoli tipo blush liquido e primer intorno ai 10€. Infine vi ricordo che potete seguire Be Chic sui seguenti canali:
Be Chic su Pinterest

Piuttosto, voi avete già provato i prodotti di make-up di questo brand o pensate di farlo? Raccontatemi, e ditemi anche cosa pensate del look, visto che per deformazione professionale è la parte che mi incuriosisce di più :D Baci profumati!  
Articolo Sponsorizzato

domenica 1 luglio 2012

Border make-up?

Come forse già sapete sul blog di Claudia da qualche settimana viene ospitata la utile rubrica di Daniela riguardante la cura di mani e unghie. Questa settimana abbiamo deciso di formare squadra! Come? Lei dedicandosi ai trend della stagione in tema di smalti, io cercando di ispirarmi ad uno di questi con un make-up. 

Border nail art. Parliamone
Vi piace? Non vi piace? Il primo pensiero che vi balena è: "ok per una copertina, ma se me la faccio io sembra che non mi lavo le mani?". Tranquille, non siete sole. 

E per starvi vicina vi propongo un'accoppiata a dir poco oscen... no, volevo dire esagerata: border nail art + border make-up. E qui ci sta un bel ""wtf?" oppure "ma 'ndo azz vai?". 

Perché, diciamocelo, un conto è vedere un look su una trendyssima rivista di moda ed esclamare "uauuuuuu, che roba!!!", un conto è cercare di immedesimarsi nella altissssssima, bellisssssssima, in formisssssssima modella di turno provando ad emulare manicure e trucco. Mmhhh, no. Non funziona. 

Quando va bene ci guardano storto, sospirano rumorosamente oppure pronunciano la fatidica frase "ma dove vai conciata così?" e tu puoi solo rispondere: "ma è l'ultimo look sfoggiato da SuppaModel FashionChoc! è su tutte le riviste! A partire da GlamLookStylesStelleDellOlimpoTonight! Vuoi dire che non me lo posso permettere??!"

"No."

Mi sono conciata in codesta maniera, ma l'ho fatto solo per voi!
Ho inventato un trend make-up inesistente (invece quello delle unghie esiste! passate da Daniela e Claudia!) e coordinato alla border nail art: se può farlo la rivista di cui sopra, perché io no?? :D 

martedì 29 maggio 2012

Züca crede in noi!


Ci stanno dicendo di non sognare più, perché non è il momento adatto. Che bisogna accontentarsi della prima cosa che arriva e che va bene così. Salvo poi dirci che la prima cosa che arriva, se dura per un po' di tempo, è noiosa. Decidetevi. Ho capito che alla fine farò a modo mio, continuerò a sognare ad occhi aperti a dispetto dei tempi bui e che sia quel che sia. 

Questo è lo spirito con cui ci approcciamo al nostro progetto (ve lo ricordate? è partito tutto da qui e sta prendendo forma...) Lo stesso spirito con cui abbiamo preso coraggio e chiesto ad una grande azienda come Züca di stare dalla nostra parte. 

E Züca ha detto... 
...sì!

Credo che tutte voi sappiate di cosa parlo quando dico Züca... ma, per essere brevi ma incisive, vi siete mai chieste chi produce i bellissimi trolley neri dei truccatori di Mac (e ora anche Inglot)? 
Tutti in coro: "oooooohhhh!"

Züca produce non solo quelli, ma anche tantissimi altri accessori, come zaini (perfetti per i parrucchieri tra l'altro, disponendo anche di una tasca termica!), pochette, tutte le varie coloratissime "cover", borse termiche e chi più ne ha più ne metta. Per non parlare della seduta incorporata che hanno tutte le Züca, alla faccia di Trenitalia direi! Pure in mezzo al deserto potreste sedervi ed essere comodissime. Chi viaggia spesso in treno come me sa che il mio riferimento alle ferrovie nostrane non è casuale... è una manna dal cielo per chi deve muoversi avanti e indietro, semplicemente, senza essere necessariamente truccatori o parrucchieri.

Direte: sì Ila, ho capito, ma in Italia dove la compro?

Ho avuto il piacere di conoscere i rivenditori italiani, o meglio metà e metà: un italiano e una australiana! Konni e Massimo, che hanno dato vita alla Kmassi s.r.l come rivenditori ufficiali italiani di Züca in Italia. Hanno creato la loro società con il sogno di voler cambiare il modo di viaggiare delle persone, non solo dei professionisti del settore... e ce l'hanno fatta :)

Ma ora credo di dover fare parlare le immagini... dettagli compresi :) 
Vi presento la mia Züca Sport Artist:

lunedì 30 aprile 2012

Preview - Sweet Butterfly

Dicono che nella vita le occasioni bisogna crearsele. 
Noi ci stiamo provando.

Ecco un'anteprima di quello che stiamo combinando...Coming soon! :)

mercoledì 19 ottobre 2011

Ruggine d'autunno (collaborazione con Fashion & Cookies)

Questo look è stato creato in collaborazione con la mia fashion-blogger preferita, Vale di Fashion & Cookies . Lei, stilosa come sempre, ha puntato su un outfit dedicato ai colori molto caldi come il ruggine, l'arancio... o color "zucca"! Io, dopo aver visto le immagini, ho provato a interpretare il suo outfit creando un make-up con alcuni dei miei pigmenti. Spero che il risultato vi piaccia.