Visualizzazione post con etichetta lipsticks. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta lipsticks. Mostra tutti i post

giovedì 2 gennaio 2014

Rouge Bunny Rouge - Sheer lipstick in Murmurings: review

Per la prima review dell'anno ho scelto un prodotto non a caso, ma uno dei miei preferiti del 2013.

Non ricordo quanti mesi fa, tanti comunque, Rouge Bunny Rouge se ne esce con un'offerta che mi fa riflettere per... boh, un nanosecondo? Forse due. Con una spesa di 50€ veniva inviato, in omaggio, un rossetto della linea sheer, che normalmente costa 24€. In tema di rossetti, lo sapete, divento irrazionale.

Mi sciolgo come neve al sole *mandolino in sottofondo e Pino Daniele che canta*


Aggiungete un 20% di sconto che avevo in più, detraibile dalla spesa, e il danno è fatto.
In quell'occasione avevo acquistato un blush e un altro ombretto mono, dopo essermi innamorata e aver scartavetrato le parti intime al mondo intero col Bejeweled Skylark qui.

E così ho scelto Murmurings, descritto così:
Wet effect, sheer, cool damson - Like having just eaten a bowl of cherries.
(che poi  a me non si colorano le labbra dopo aver mangiato le ciliegie, ma sorvoliamo)


Ora, questo rossetto ricade nella categoria dei sheer e ad una prima passata lo è senz'altro, tuttavia è modulabile ed è lì che diventa particolarmente interessante per me, pur non raggiungendo un colore pieno; non è ovviamente - e non vuole nemmeno essere - un Amplified di Mac. Tuttavia per me è sufficientemente pigmentato per non essere catalogato come sheer.

Ha un effetto bagnato ma è estremamente confortevole sulle labbra perché non dà mai la sensazione di scivolare via, non migra. Avete presenti quei rossetti che da subito vi danno la sensazione di sfuggire via e di lasciarvi (per davvero) con la bocca in stile "mi sono appena scodellata un barattolo di marmellata alla ciliegia e non avevo fazzoletti per pulirmi"? (che poi, comunque, la prima domanda che mi verrebbe in mente è "ma come cacchio magni?") Lui no.


L'ho scelto più di una volta in occasione di alcuni colloqui di lavoro, questa è la sicurezza che mi dà. Ho anche un aneddoto che lo riguarda, visto che proprio una delle persone con cui ho sostenuto il colloquio mi fece i complimenti per il make-up ed in particolare per il trucco labbra. L'unica accortezza che ho avuto in quelle circostanze è stata quella di picchiettare il dito sulle labbra dopo averlo applicato per attenuare un po' l'effetto wet. Matita del colore delle mia labbra e via. Vi sembrerà forse un colore inusuale o apparentemente molto scuro per occasioni simili (...che poi è tutto relativo), ma per me è quasi un MLBB (My Lips But Better), non mi dà la sensazione di avere le labbra in super primo piano, in stile in your face, ecco.

Luce interna - luce esterna

Mi piace accostarlo a blush caldi, dai toni pesca, magari accompagnati da un velo di bronzer, anche perché su di me tende un po' ad accentuare la chiarezza della mia pelle. Non chiarissimissima, ma chiara sì. Non c'è bisogno di una matita trasparente per contenerlo, ma se volete usarla è solo un accorgimento in più. Per quanto riguarda la durata dipende cosa fate. Dopo aver mangiato tende a rimanere una leggera tinta sulle labbra (non va mai via a zone ma sfuma gradualmente), senza mangiare su di me può durare tre/cinque ore, dipende da quanto tempo ho avuto per metterlo e conseguentemente se ho utilizzato una matita sotto, la cipria per fissarlo, un primer... insomma, tutti prodotti che conoscete bene e che aiutano la durata del rossetto. Dimenticavo di dire che è idratante in modo superbo e non vorrei mai toglierlo. Non mi fa nemmeno mai dire "devo assolutamente applicarlo di nuovo perché me se stanno a staccà le labbra". Mai.

Io lo amo.
E lui mi ricambia :P

Che dire, ho trovato l'uomo della mia vita, a quanto pare! :D
E voi ce l'avete? Su, su, condividetelo :D
A presto!

mercoledì 3 luglio 2013

Cose belle dell'ultimo periodo

Dove con "ultimo periodo", dati i miei tempi biblici, intendo gli ultimi mesi. Da Marzo/Aprile a ora, più o meno. Il post è totalmente random, vuol dire che non ho una scaletta in mente, voglio mostrarvi ciò che mi è piaciuto e questo significa  roba a muzzo mettere in mezzo un po' di tutto: accessori, serie tv, attori/attrici, citazioni, canzoni e via dicendo. Magari non tutto in una volta, ecco :D

Per esempio questo collage di foto prese dal nostro ultimo servizio fotografico per Photupshion, con Claudia e Dani di Piccolo Spazio Vitale. Le foto in realtà sono state scattate dalla dolce e guaaapa Leticia. ¡Gracias!
Ciao Dani! Ciao Milano! Ciao Chateau Monfort! Ciao Cla! Ciao pianoforte! Ciao pennelli!
Non chiedetemi perché, ma queste immagini mi rilassano e mi fanno stare bene. Conoscere Dani dopo tanto tempo è stata una piacevolissima sorpresa. Truccarla anche, è un'ottima modella e si è fidata di me :D

Altra #cosabella dell'ultimo periodo è stata l'acquisto di questo meraviglioso rossetto di YSL. Non ho parole, solo qualche lacrimuccia di commozione. Lo sto amando parecchio, però vorrei dedicargli un altro "rossetto del mese" per parlarvene bene perché se lo merita. Nel frattempo sappiate che è un Rouge Volupté Shine nel colore Fuchsia in Rage, che se non ho capito male è uno dei nuovi colori della linea.
Ho avuto (e ho ancora) la fissa per il make-up di Zooey Deschanel in queste immagini. E forse anche un po' per la stessa Zooey Deschanel, ma arriva tra qualche riga! No, dico. La meravigliosa meravigliosità di questa donna. Il motivo per cui ho comprato un rossetto arancione è questo make-up. Ciaaaao.

Cover per il telefono: ora armatevi di pazienza e sopportatemi. Non è adorabile? Dico: non è adorabile? Non so se lo sapete ma se c'è una cosa che amo fare quando non ho una cippa da fare è sfogliare Etsy. Se non conoscete Etsy andate subito a farvi un giro!
Ho vagonate di negozi preferiti (dovrei scrivere una serie di post solo per farvele vedere tutte), ce ne sono tanti con un sacco di creazioni interessanti, io sono totalmente inutile sotto questo punto di vista. Gettatemi in pasto ai piranha. Ecco, Micush è una ragazza israeliana e ha questo delizioso negozio dove ho trovato anche la cover per il mio telefono (completamente snobbato a favore dell'àifon, tsk).

Il libro che "non avrei mai creduto, e invece": Open di Andre Agassi. Da dove parto? Seguo il tennis, ma forse tra queste pagine non l'ho mai detto; il mio account di Twitter viene spesso e volentieri tappezzato da indicibili imprecazioni ed esultanze in occasione degli Slam. Vedere giocare Federer dal vivo qualche anno fa, per giunta a Genova, è stata un'epifania. [sì, ho anche seguito la macchina con cui si muoveva per la coppa Davis; sì, mi sono anche appostata davanti al suo hotel senza mai riuscire a intercettarlo (sputtanamento avvenuto, arrivederci e grazie!) - Roger, sappi che mi devi una foto e un abbraccio, solo uno piccino, mh? Anche cantando]. Detto questo, ero tra i pochi a non avere ancora letto Open, il libro di Agassi. Ne parlavano tutti così bene che alla fine ho ceduto e l'ho iniziato. E mi ha letteralmente inglobata. La verità è che non ho mai seguito con particolare interesse il percorso di Agassi, anche perché mentre io iniziavo ad interessarmi a questo sport lui stava per concludere la sua carriera sportiva. Il libro parla di tennis, del non voler giocare a tennis, del doverlo fare per costrizione del padre, dell'esigenza di viversi l'infanzia come un bambino dovrebbe, delle incomprensioni da parte del pubblico e dei media, di vittorie e sconfitte, dei primi posti in classifica e anche dei 141esimi, di droga, di odio, di amicizia fraterna e d'amore; è un libro di vita, raccontato senza peli sulla lingua ed ammettendo gli errori con grande sincerità e con rara sensibilità. Dopo averlo letto è inevitabile cercare i video degli episodi di cui il libro parla, compreso un discorso pubblico di Andre per sua moglie Steffi Graf, che mi ha sinceramente commossa. Ve lo consiglio, anche se non amate il tennis. D'altra parte nemmeno il protagonista lo ama...

Accessori vari: appena spunta leggermente il sole, per quanto timido possa essere, e appena sento l'avvicinarsi dei mesi che dovrebbero essere caldi io parto con gli accessori colorati. Quest'anno mi va il verde menta o come vogliamo chiamarlo, colore che in realtà tendo ad evitare sia nei trucchi, sia negli smalti ma che negli accessori mi piace moltissimo. Qua vedete gli orecchini comprati da Pimkie (che ultimamente ha delle cosine carine), il bracciale con cuoricino azzurro di BeChic che mi è stato inviato qualche mese fa e che ho usato tanto perché lo abbino quasi con qualunque accessorio (mi piace in particolare insieme ad altri bracciali, magari bianchi o giallo tenue - vi farò vedere anche quelli se vi va! - ma anche da solo) e i miei bangles Sal y Limón che hanno ormai più di un anno ma che metto un sacco... L'altro braccialetto, quello con le borchiette tanto per intenderci, l'ho comprato da Tally Weijl a qualcosa tipo un euro :D in realtà non ho mai trovato capi d'abbigliamento di mio gusto, ma accessori sì, ogni tanto c'è qualcosa di interessante e vado a curiosare. I punti vendita BeChic li trovate qui mentre i bangles SYL li compro sempre da StroiliOro (e non so se li tengano altrove) :-)


Infine...
QUESTI DUE.
Cioè due dei protagonisti di New Girl - che in realtà sono quattro o anche cinque, se vogliamo. Ripeto: questi due insieme mi fanno impazzire. Ho iniziato a seguire New Girl quasi per caso qualche mese fa su suggerimento di mio fratello che sa che apprezzo la tv leggera, quella che fa ridere e ti fa passare venti minuti piacevoli (non come Lost, che ho comunque tanto amato e che ogni tanto mi faceva venire l'ansia con quella musichetta angosciante. Ciao Desmond, tivibi.). Raramente ho riso tanto con una serie tv. Provate a vedere anche solo la prima puntata della prima stagione e mi direte - a Settembre comincia la terza per riferimento. State molto attente a non incappare negli spoiler, però. Ovviamente ci sono anche altre storie dietro che, credetemi, vi faranno sospirare... ma io tengo la bocca chiusa, anche perché in Italia la seconda stagione non è ancora finita. Shhhh... io niente so!


Sì, lei è la stessa signorina di qualche riga fa!















E fu così che Ilaria fu arrestata per aver fatto morire di sonno la gente. Spero che questo genere di articoli random vi piacciano, se è così fatemelo sapere, se non è così... pure :D 
Però siate delicate, sono una donna sensibile io :')
Graaaaazie :D

venerdì 9 novembre 2012

Mac Glamour Daze: Luxurious Pink lip bag

Lo so, ho un debole per le lip bag di Mac.

Tutto ciò che va applicato sulle labbra mi attira e quindi automaticamente anche i pigmenti, per non parlare dei balsami labbra, che uso perennemente. 
Se Enzo e Carla fossero qui, sarei io a dire loro: "mai più senza balsamo per le labbra!".

Ma sto divagando. Forse perché il senso di colpa è lì che bussa... coff coff, ehm, dicevo.
Mi sono innamorata di questa lip bag da subito e in negozio non ho potuto proprio evitare di comprarla. Sì, mi hanno minacciata. "Se non compri la lip bag ti sequestriamo tutti i trucchi".

La cosa buffa è che questa borsettina piccina picciò non contiene una preziosa limited edition, nooo! Per esempio contiene il rossetto Lickable che è permanentissimo; è proprio tutto il contesto che mi piace: la borsetta rosa leopardata, la decorazione sulla plastichetta interna in stile pizzo... Ecco sì, tutta la mia kitschaggine si è rivelata. *lampi, tuoni, fulmini, saette, tempeste, sandy*

Potrete mai perdonarmi? Dai! *-*






















































Ora ditemi che non dovevo farlo :D
Baci glamour!

giovedì 8 novembre 2012

Occhiali da sole... e labbra accese!

Poche settimane fa sono stata contattata da Firmoo per un articolo su un paio di occhiali che ho scelto sul loro sito. Ora, ho rifiutato tante collaborazioni in passato:

non ho mai accettato l'invio di prodotti per capelli (ancora oggi sul blog è presente una sola review su questo tema, ed è quella in collaborazione con la mamma parrucchiera :D ), di prodotti per la ricostruzione delle unghie (non saprei nemmeno da dove cominciare), senza parlare dei vari Pampers e cibo per cani. Giuro, non so quante mail con la scritta Drynites ho contato. Santa pace. C'è scritto Make-up Compulsivo, non La Coop sei tu.















martedì 17 luglio 2012

Estée Lauder: Violet underground for Fall 2012 e riflessioni

No, non sarà un comunicato stampa. Probabilmente lo avete notato, ma sono rare le volte in cui ne pubblico uno. Motivo numero 1: ci sono tante beauty blogger in gamba e velocissime che lo pubblicano a tempi record, perciò mi sembra stupido ripetere un articolo quando già la rete pullula delle stesse informazioni. Motivo numero 2: li trovo impersonali. Le poche volte che pubblico un comunicato stampa ho una ragione per farlo. A volte perché ho instaurato un rapporto di stima e rispetto nei confronti di qualche addetto dell'ufficio stampa e, a fronte di una richiesta esplicita e cortese, pubblico. A volte perché vedo che non circolano ancora abbastanza informazioni su un prodotto o un brand, altre volte ancora per un mio interesse nei confronti dell'oggetto del comunicato stampa.

Come al solito parlo troppo. O meglio, scrivo.
Spero che abbiate resistito fino a qui perché, in realtà, volevo solo condividere qualche mio pensiero in merito alla collezione autunnale 2012 di Estée Lauder, che mi ha catturata. Già da qualche settimana circolano le immagini... il colore predominante, perlomeno al mio occhio sensibile a lui, è il viola




giovedì 17 settembre 2009

Mac nude lipsticks: un po' di nudo non fa mai male!


Buon pomeriggio mie care! Sono tornata a scrivere e oggi mi dedico al nudo! Non sono diventata improvvisamente una pittrice, ma parlo sempre molto volentieri dei rossetti nudi, trovo che completino alla perfezione gli occhi molto truccati. Ieri, per esempio, ho realizzato uno splendido smokey viola, con cui ho abbinato il Blankety. Non vi sto neanche a dire quanto ci stava bene! Il primo rossetto partendo da sinistra è il Not so innocent della collezione Fafi, un nudo che si vede a mala pena con dei minuscoli brillini: perfetto per un make-up molto carico e soprattutto opaco. Perfetto per le amanti del "quasi morta effect" Questo rossetto è un glaze. A seguire il Brave new bronze della collezione Style Warriors uscita pochi mesi fa nei Mac counters e Mac Pro. Un nudo effetto bronze e quindi tendente più al marrone che al rosa. E' un rossetto satin. L'ultimo, ma non per importanza, è lo stra-citato Blankety, il famoso nudo perfetto, adatto ad ogni occasione, non troppo rosa ma non troppo marrone. Semplicemente perfetto. Se passasse di qua per caso, vorrei offrire un aperitivo al signor Blankety che ha pensato questo colore, perchè è il nudo che sta bene a chiunque! E' un rossetto amplified creme, leggi: pigmentatissimo e cremoso! Consigliato? No, di più!