Visualizzazione post con etichetta apivita. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta apivita. Mostra tutti i post

martedì 11 febbraio 2014

Apivita - Natural serum, Hydration with aloe and hyaluronic acid: review

Hellou evribbadi, sono un siero fenomenale che evita spellacchiamenti e tira su il morale della pelle.
Fate voi.


Allooooora.
Da dove comincio?

Comincio da molti lustri mesi fa, quando tra i prodotti Apivita che ricevo spunta anche questo Natural Serum idratante con aloe e acido ialuronico (ne esistono altri quattro: Radiance, Line reducer, Lifting, Firming and Restoring). Ora, non so se lo sapete, ma io coi sieri, così come con i rossetti, perdo la ragione.
Mi piacciono perché non ungono e una goccia è sufficiente per il viso; odio con tutta me stessa sentire la pelle appiccicosetta, posso tollerarlo appena appena durante l'inverno ma è una cosa che mi fa stare a disagio durante la giornata. 

"Oddio, ciao! Quanto tempo! Come stai?!" [bacetto sulla guancia e inevitabile FCHH FCHH di pelle incremata - aiuto] 
IO DICO NO A TUTTO QUESTO.

Beh, avendo la pelle mista a tendenza secca, capite bene che di idratazione ne ho bisogno. In particolare ho il naso che si spella un giorno sì e l'altro pure - non so perché. Lo fa e basta.  Don't ask

Credo di non avere mai trovato un prodotto che risolvesse la cosa, eccetto le creme molto, molto, molto pesanti (vedi bacio appiccicoso sopra). Oppure i sieri. Al plurale perché l'altro compare veramente valido è quello di Alpha-H di cui ho parlato qui. Ma che io sbavi su Alpha-H ormai lo sa pure il mio portachiavi.

Comunque sono qui per parlare di Apivita: questo siero si asciuga velocemente e idrata alla grande, potrei tranquillamente uscire senza aggiungere altro sulla pelle, ciò significa che è veramente idratante, perché è vero che ho la pelle mista, ma le zone che sono secche non sono normali, no. Sono zone desertiche. E quindi.
Lui mi ha salvata da un periodo in cui la mia pelle aveva molta sete, tirava continuamente, è ovvio che c'era qualcosa della mia routine che non andava bene in quel momento, metteteci anche un po' di stress o l'alimentazione, il periodo freddo, quello che volete. Un insieme di cose. Il miglioramento l'ho trovato da subito e in breve tempo è diventato parte della mia routine di skincare quotidiana. Onestamente non ho sentito il bisogno di applicarlo due volte al giorno, ma solo al mattino dopo la detersione. Era da tempo che non notavo un netto miglioramento in termini di idratazione.

Il siero si presenta bianco, ma è del tutto trasparente una volta steso e non lascia zone lucide. La pelle è semplicemente asciutta ma idratata. Goduria. Se poi vogliamo aggiungere che non contiene schifezze credo che possiamo eleggerlo sommo septon di tutti i sieri. 15ml costano 32€. Lo so che non è poco, ma è un siero e quindi: 1) i sieri in genere costano una cifra; 2) mezza unghia va bene per tutto il viso: vi dura qualche mese almeno. A me tre circa.


L'acqua normalmente presente tra i prodotti di questo tipo viene sostituita da Apivita con un'infusione di the verde. Ora, parliamone. No perché io non sono una scienza sotto alcun punto di vista, figuriamoci quando c'è da parlare di inci. Ma sostituire l'acqua col the verde non può essere una brutta cosa, giusto? (qualcuno annuisca)
Forse è proprio questo che lo rende ancora più idratante. Non credo di essere l'unica nella via lattea a cui si spacca la pelle dopo essersi sciacquata con semplice acqua. E ricordo bene una lezione a scuola di trucco durante la quale ci è stato spiegato che la pelle secca non ha bisogno di acqua - che la secca ulteriormente - bensì di olii idratanti. Lo so, mi emoziono con poco. Beh, ad ogni modo in questo prodotto c'è un'infusione di the verde, che tutti (persino la sottoscritta) sanno essere antiossidante. Schifo non ci fa.

E poi non ci sono parabeni, e nemmeno siliconi. Insomma, è simpatico. Qui c'è la sua paginetta.
Io gli ho voluto bene, mi è dispiaciuto doverlo salutare. 
Aiutatemi.

Io ve lo consiglio, e se non dico il vero mi si secchino i mascara.
Avete provato i prodotti Apivita? :-)
A presto!

giovedì 31 ottobre 2013

Prodotti finiti del momento! #3

Lo sapete che per me è una faticaccia tenere tutti i contenitori vuoti di prodotti che ho finito da un pezzo. Soffro proprio, vorrei solo toglierli di mezzo, odio l'ingombro inutile. 
Compatitemi, per favore. Sono una persona orribile.

Però è utile per parlarvene, quindi ecco qua i prodotti che ho finito di recente (e mica tanto):


Da sinistra dietro:

Planter's bagnolatte alla mora & muschio: adoro il profumo, fin da quando ero piccina picciò. Questo prodotto è stato regalato a mia mamma da una sua amica ma io gliel'ho prontamente rubato (ciao amica! scusami! non ho resistito :-( ). Non è affatto male, il profumo non è molto persistente sulla pelle dopo la detersione ma tutto sommato non mi disturba, anche perché dopo mi incremo in abbondanza e copro comunque il profumo del bagnoschiuma :D  è discretamente schiumoso e delicato sulla pelle. Sul sito di Planter's costa 7,00€ e, anche se mi è piaciuto, temo che a quel prezzo non lo comprerei.

Yes to Carrots (linea Nourishing) daily cream facial cleanser: sìììì, finalmente l'ho finitooooo. E siccome sono pure scema, è la seconda volta che lo compro. A distanza di anni, eh, e ricordavo anche di non essere impazzita per lui, però come vedete le vie dell'idiozia sono infinite. Gente, non lo sopportavo più. Vi spiego perché. Si presenta come una crema piuttosto densa. Inumidisco un po' le mani, strofino e poi passo sul viso. Ce ne vuole poco perché, come dicevo, è abbastanza corposo, quindi da questo punto di vista niente da dire, per me è un punto a favore. Il problema è che dopo la detersione sento la pelle del viso tirare e già mi girano le parti intime che non ho. Quindi nourishing manco pe gnente. In più, se per sbaglio ne finisce un po' negli occhi (ed essendo per tutto il viso è facile, direi) brucia da morire. Non va bene. A mai più rivederci (stavolta davvero)!

Miracle Skin Transformer - Triple active night treatment: ricevuto da Qvc perché è lì che potete trovare questo brand. Si tratta di una crema che promette di combattere i segni del tempo ed evitare il cedimento della pelle. Ora, sicuramente il fatto di non avere rughe non mi consente di verificare se funziona davvero, spero di avere ancora qualche anno di pelle soda (dio delle rughe, mi appello a te). Però, come ho già detto più volte, sono una fan della prevenzione e quindi mi approccio anche a questi prodotti. Per il resto ha una texture abbastanza asciutta ma non secca assolutamente la pelle. Nell'arco di qualche secondo si assorbe totalmente. Essendo un trattamento notturno per me è fondamentale che non sia appiccicoso, perché mi dà terribilmente fastidio a contatto col cuscino. Promosso.

Apivita - First line eye cream SPF15 with myrtle and jasmine: tempo fa vi parlai dei prodotti Apivita che mi sono stati inviati a scopo valutativo. Nonostante la bradipaggine con cui scrivo review i prodotti, ad eccezione del balsamo labbra che è praticamente deceduto tra le mie mani sciogliendosi come neve al sole, mi sono piaciuti tutti e questa crema per il contorno occhi non è da meno. Leggera ma emolliente, piacevole da stendere. Ripeto: adoro la prevenzione e saranno gli anni a dirmi se faccio bene o no, io non credo nelle creme che eliminano le rughe che già ci sono, al limite qualcuna potrebbe renderle meno visibili temporaneamente, ma i miracoli non esistono e dubito che qualcosa di diverso da un filler possa risolvere i problemi di rughe. Quindi... usiamo creme per prevenire!

Alpha-H Vitamin C Serum: in realtà questo siero alla vitamina C l'ho finito molto tempo fa e anche recensito. E sì... ho tenuto il flaconcino perché ha il contagocce che torna sempre utile, quello sì :D Anche qui si parla di prevenzione rughe. Ormai con Alpha-H non riesco nemmeno più a trattenermi, è troppo l'amore che provo per il brand. Ho provato diversi prodotti: detergente, siero, scrub esfoliante quotidiano, olio solido detergente, crema idratante, crema mani, tonico... e non c'è nulla, nulla, che non mi abbia soddisfatta. Non costa poco, è vero, ma per me vale molto più di quel che costa. Tutto ciò che ho detto di Alpha-H lo trovate qui.

Coop linea ViviVerde, balsamo labbra idratante protettivo: ohibò, un balsamo che mi piace parecchio, costa poco ed è facilmente reperibile! Ora, parliamone, io di inci non me ne capisco molto, ma pare anche abbia degli ingredienti buoni e non schifezze. Bene, molto bene! Da ricomprare, per quanto mi riguarda.

Lush - Gorilla perfume alla vaniglia: non so perché ma un annetto e mezzo fa circa mi era presa la fissa della vaniglia. Pensate, io i profumi alla vaniglia non li ho mai sopportati. Vai a capire per quale motivo mi è partita la testa e ho comprato una serie di prodotti con questa fragranza. Questo in realtà mi è stato regalato e, devo dirvi la verità, dopo un po' la voglia di vaniglia mi è passata. Non è male, intendiamoci, ma è abbastanza potente (anche se in realtà sulla pelle rimane ben poco tempo) e mi ha stufata in fretta. Comunque l'ho finito. Carina la confezione di Lush, ma perché non la trovo più sul sito? è da un po' che non bazzico nei pressi dei negozi e non sono aggiornata. Aiutatemi :D

E ora corro a cestinare tutto, cosa che mi dà una grande soddisfazione :D
Ma prima raccontatemi qualcosa, un aneddoto, una barzelletta. Suvvìa.
A presto!

martedì 21 maggio 2013

Prodotti finiti del momento! #2

E mentre non vi stavate chiedendo dove fossi, io arrivo bel bella col mio mini-post sui prodotti finiti del momento. Come vi dicevo qui, odio tenere in giro jar e bottigliette vuote. La mia mente malata non sopporta l'inutilità delle stesse e la mia creatività pari a quella di un'acciuga in salamoia non mi consente di trovare loro usi alternativi, perciò via... nel cestino. E non vedo l'ora di farlo. 

Seriamente, insieme al mangiare gelato e leggere etichette è la mia attività preferita in assoluto.

Ammetto, però, che mi sta piacendo scrivere questo genere di articoli perché mi permette di micro-parlarvi di prodotti che, altrimenti, ignorerei nel blog.

Ok basta.
I prodotti che ho finito di recente, eccoli qua in tutto il loro splendore.

* Ginvera - Green Tea Exfoliating Marvel Gel: mini-size di cui ho potuto usufruire circa cinque o sei volte e che mi consente di dire che mi è piaciuta, per quel poco che l'ho potuta provare; è un gel esfoliante piuttosto delicato (non tanto quanto il Gentle daily exfoliant di Alpha-H, però) che si massaggia sul viso e, come ogni esfoliante che si rispetti, elimina le cellule morte in superficie e rende la pelle luminosa. Sì, credo proprio che comprerei la full-size, se solo il mio cuore non battesse già per quell'altro pupo lì.

* Rouge Bunny Rouge - Anti-ageing Moisturiser Seraphic Veil: crema idratante di cui ho finito due samples per un totale di circa (boh?) otto applicazioni direi. Sì, ne basta poca, persino per la mia pelle secca e sì, è assolutamente piacevole sul viso, non rimane appiccicosa per tutta la giornata, anzi si assorbe velocemente e sento la pelle idratata a lungo. Se sia anti-ageing non saprei proprio dirlo per ovvie ragioni, ma al di là di questo il problema per me rimane sempre uno: costa 64€. 100ml? No, 50. Ciao.

* Rouge Bunny Rouge - Aqua Primer Prelude in the Clouds: sì, mi è piaciuto. Sì, tiene intatto il trucco per tutta la giornata. Sì, minimizza i pori. Sì, l'effetto è luminoso. No, non mi sono mai lucidata nell'arco della giornata. Ma ho la pelle secca (l'avete capito?) e quindi non vale. Così come, di nuovo, non vale la spesa. 45.50€. Ciriciao.

* Elemis - Pro-collagen Body Cream: dovete sapere che tempo fa ho fatto un ordine da Cult Beauty e mi hanno inviato anche un sample kit con tanti prodotti interessanti, tra cui il succitato gel esfoliante e questa crema corpo di Elemis. Ora, è senza dubbio piacevolissima da stendere, ne basta poca anche in questo caso (è per il corpo e con 50ml ci sono andata avanti circa 6 post-doccia), si asciuga abbastanza velocemente, ha un profumo piacevole e, naturalmente per me, indefinibile. Ma... c'è un ma. Maaaa davvero credo nelle creme che dicono di avere proprietà tonificanti? AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH no.

* Apivita - Natural serum Hydration with aloe and hyaluronic acid: oh, quanto ho amato questo siero! Ora che l'ho tristemente finito devo completare anche la mia review. Per me è stato davvero un dramma arrivare all'ultima goccia, nessuno rida. Idratante, si asciuga in un nanosecondo e posso anche evitare di stendere la crema idratante al di sopra, come in effetti è consigliato. Prima di iniziare ad usarlo ho avuto un pessimo momento di pelle spellata intorno al naso (ewwww) e questo prodotto mi ha salvata. Lunga vita.

* Aromatherapy Associates - Relax Deep Bath & Shower oil: ommioddio. Famo a capisse: questa robaccia qui la vendono cara, molto cara. Io lo so perché. Perché se avete intenzione di commettere un omicidio, potete fare a meno di comprare mitra o armi sofisticate, vi basta regalare all'interessato una boccettina di questa roba qua, che tanto per farci due risate si chiama RELAX Deep??! Relax??! Di deep qui c'è solo la DEATH, non il relax. PUZZA, gente. Puzza tremendamente. Di una puzza pungente, che mi ha fatto lacrimare gli occhi. Di una puzza che dopo averlo usato in doccia più persone mi hanno sporconato contro per averlo aperto. Se con "rilassante" intendiamo l'assenza di funzioni vitali, allora sì, è davvero rilassante. Polso? Lo abbiamo perso.

Che dite, la smetto?
Questo è tutto per il momento... e direi che è anche troppo per chi è riuscito ad arrivare fin qua :D
Prodotti in comune? Drammi?
A presto!

 

lunedì 22 aprile 2013

Apivita - balsamo labbra Lip care with black currant

Apivita è un'azienda greca che ho conosciuto poche settimane fa, quando mi hanno contattata per provare alcuni prodotti. Nell'apposita sezione del sito ho scoperto che Apivita è stata fondata nel 1979 ed è stata la prima azienda greca a creare prodotti di bellezza naturali, oggi quindi gode di un'esperienza trentennale nel campo. Vi consiglio di dare un'occhiata alla pagina web ufficiale, che trovo davvero ben fatta, ricca di informazioni, dettagliata. C'è anche un'apposita sezione dedicata agli ingredienti e alle loro proprietà. Senza dubbio la prima impressione è stata positiva: il pacco è arrivato direttamente dalla Grecia in una box di cartone con delle api bianche rappresentate su sfondo nero. La scatola ha l'apertura magnetica su un lato ed è di cartone piuttosto resistente. Ora contiene tutti i miei prodotti in prova :-)

Il primo prodotto di cui mi sono fatta un'opinione ben precisa è lo stick per la cura delle labbra.
Scheda tecnica:
Lip care with blackcurrant
organic beeswax & olive oil
Quantità? 4,4gr
Quanto costa? 4,95€
PAO: 12M
Dove si compra? si trova a questa pagina
Inci: a lato nella foto (sullo stick, però, la percentuale di prodotti naturali risulta essere 99%, sul sito ufficiale 96%, un aspetto che non influenzerà la mia recensione ma che voglio chiarire)


Uno dei prodotti che mi sono stati inviati è il balsamo labbra Lip care with blackcurrant, con ribes, cera d'api e olio d'oliva. Il packaging del balsamo è essenziale e il prodotto è in stick; sulla confezione è riportato il nome del prodotto, gli ingredienti contenuti e quelli non contenuti (è un prodotto paraben, silicone e mineral oil free), la quantità e la scadenza.

Ora, io adoro provare nuovi balsami labbra. Sapete che sono alla ricerca perpetua di nuovi prodotti che mi facciano innamorare, quindi ovviamente ero curiosissima di provare questo di Apivita. Usandolo ho capito che ci sono aspetti che mi piacciono e altri che non mi piacciono.

Cosa mi piace?
Apprezzo il fatto che questo balsamo sia leggermente colorato, ravviva anche il colorito delle labbra quando il rossetto/gloss risulta ormai sbiadito (però dovete stare attente, più giù vi spiego il perché). Mi piace il fatto che contenga tanti buoni ingredienti, come la cera d'api e l'olio d'oliva. Mi piace anche il packaging, essenziale, sebbene sia un aspetto secondario.

Cosa non mi piace?
Inizialmente il prodotto, al tatto, era abbastanza duro, compatto. Poi ha fatto una fine quasi tragica, sciogliendosi e piegandosi. Vi ricordo per un momento le temperature dell'ultimo mese: è sicuramente vero che abbiamo avuto qualche giorno di tregua dal freddo, ma non siamo di certo ad Agosto. Per di più, quando lo stick ha iniziato a sciogliersi, la calura non si era ancora fatta sentire nemmeno per un attimo. Aggiungeteci anche che tutto ciò che uso/testo viene conservato in ambiente asciutto e lontan(issim)o dai raggi del sole.


La compattezza è durata poco, direi qualche giorno. Poi è successo ciò che vedete nella foto giù a sinistra. Quello è stato il primo step. Per ovvie ragioni non ho tirato su lo stick interamente per paura che crollasse da un momento all'altro. Avevo notato che lo stick si ammorbidiva con l'uso, ma non pensavo sarebbe arrivato a pendere da un lato. Ho scattato la foto velocemente e l'ho subito messo in frigo per due giorni.


Quando l'ho tolto dal frigo la situazione non era migliorata di molto. Ad ogni uso che ne facevo, con il semplice appoggio sulle labbra, il prodotto rischiava di spezzarsi definitivamente, ma ho continuato ad usarlo prestando attenzione. La foto che vedete più a destra è come si presentava lo stick circa una settimana fa. Come vedete spunta il tubetto bianco che contiene il prodotto perciò quella è la quantità che ne rimaneva. Oggi ce n'è un po' di meno, ma devo proprio dirvelo: non è stato un piacere da utilizzare.

Purtroppo non ha soddisfatto le necessità delle mie labbra secche; la sensazione di idratazione va via dopo poco e devo costantemente riapplicarlo, aspetto che non fa altro che ammorbidirlo sempre di più. Inoltre mi dava la sensazione di scivolare via da un momento all'altro, sensazione che purtroppo ho potuto accertare, visto che tende a migrare, quindi mi ritrovavo con le labbra rossicce oltre il loro contorno naturale. Questo è il motivo per cui quando ero fuori non mi sentivo a mio agio a riapplicarlo senza avere con me uno specchietto. Quindi, se da un lato il fatto che ravvivi un po' il colorito naturale della labbra mi piace, dall'altro il fatto che tenda a spostarsi e che mi costringa a controllarlo ogni dieci minuti non mi piace per niente.
L'ultimo aspetto che non mi piace è che con il tempo l'odore è cambiato, ora è decisamente poco gradevole ed è il motivo per cui ho smesso di usarlo. Lo testo da circa un mese e considerando che il PAO è di 12 mesi non vedo perché dovrebbe cambiare odore.

Mi sarei aspettata qualcosa di meglio, devo proprio dirvelo. Tuttavia, tra tutti i prodotti Apivita ricevuti e che sto usando, questo è l'unico che mi ha delusa. In sostanza io non comprerei questo prodotto, vorrei però farvi notare che a questa pagina trovate una serie di stick labbra proposti da Apivita, tutti contenenti ingredienti diversi rispetto a quello ricevuto da me. Potrebbero, quindi, rivelarsi migliori del mio.

Sulla base di questo vi faccio notare l'offerta valida fino ad oggi:


Carino lo stick piegato, vero? Non avevo ancora provato questa bellissima esperienza :D
Scherzi a parte, cosa ne pensate? Conoscete Apivita o vi incuriosisce? 
A presto!